sabato 25 maggio 2013

Nuovo url, nuovo look... e una fetta di Torta Barozzi


Ebbene sì, quest'anno il mio è stato un compleanno ricco! E tra i tanti regali ricevuti ben due hanno riguardato questo spazio online: il riconoscimento FIP, di cui avevo già detto, ed... udite udite, il dominio della pagina! Già da qualche giorno, infatti, il mio blog viaggia all'indirizzo www.ominodizenzero.it e questo grazie al Major, cybernauta espertissimo ma, soprattutto, amico caro che ha avuto la bellissima idea di regalarmi, appunto, il dominio dell'omino di zenzero.
Di qui al cambio di look, il passo è stato breve: già da tempo desideravo una pagina diversa, dai colori più chiari e, comunque, improntata alla semplicità... quale migliore occasione di questa, dunque?
Spero di esserci riuscita anche perché, non volendo approfittare oltre della disponibilità del Major, ho fatto tutto da sola... vedremo di migliorare con il tempo, che per la perfezione ancora non mi sono attrezzata, anche se per il momento sono abbastanza soddisfatta! E spero che il nuovo look piaccia anche ai miei graditi ospiti ;)
Per festeggiare l'evento, oggi vi offro una fetta di Torta Barozzi. Come... non la conoscete? La Torta Barozzi o Torta Nera è una specialità della provincia di Modena, ed in particolare della Città di Vignola, ove ebbe i natali il grande architetto rinascimentale Jacopo Barozzi, detto appunto il Vignola.
La torta è un marchio registrato dell'Antica pasticceria Gollini di Vignola ed il procedimento per la sua preparazione è, ovviamente, segreto. Non me ne vorrà il Sig. Gollini se, dopo aver assaggiato una fetta dell'originale, che ho trovato assolutamente deliziosa, ho voluto provare a riprodurla... 
Per fare ciò, come al solito, mi sono documentata in rete ma un po' ovunque ho notato che tutte le ricette che si trovano nel web non contengono l'ingrediente principale di questa cioccolatosissima torta: le arachidi. Forse perché nessuno ha mai avuto modo di avere tra le mani la scatola della torta originale ove vi sono elencati gli ingredienti?
Fatto sta che io la scatola in questione l'ho custodita gelosamente e, seguendo l'ordine degli ingredienti, ho provato a ricostruirne le dosi, anche perché in genere questi sono elencati in ordine di peso.
La procedura, chiaramente, è una mia ideazione, e non escludo che quella dell'originale sia diversa... però il risultato, alla fine, è stato davvero eccellente! 
La Torta Barozzi, oltre tutto, è assolutamente gluten free, e quindi adatta per ogni tipo di palato.
A chi vorrà provarla... come al solito, un dolcissimo assaggio!

***


Torta (tipo) Barozzi

220 gr. di zucchero semolato
200 gr. di arachidi tostate non salate
4 uova
120 gr. di margarina
150 gr. di cioccolato fondente
80 gr. di burro
50 gr. di mandorle tostate
25 gr. di cacao amaro in polvere
1 tazzina di caffè decaffeinato
1 bustina di vanillina

Innanzi tutto ho ridotto a farina la frutta secca tostata: le arachidi e le mandorle vanno tritate finemente in un mixer fino, appunto, ad ottenere una polvere il più possibile sottile.
Dopo di che ho messo il cioccolato fondente spezzettato in un pentolino per scioglierlo a bagnomaria. Non appena il cioccolato si è fuso, ho aggiunto il burro e la margarina e continuato a mescolare, fino all'ottenimento di una massa fluida e lucida. Infine, ho unito alla massa la tazzina di caffè, la bustina di vanillina ed il cacao amaro, ancora mescolando bene. Ho tolto la massa dal bagnomaria per farla freddare.
Ho quindi cominciato a lavorare le uova: dapprima ho montato bene i tuorli con metà dello zucchero, fino ad ottenere una spuma soffice. Poi ho montato gli albumi con l'altra metà dello zucchero, fino ad ottenere una meringa ben sostenuta.
In una ciotola capiente, infine, ho unito la massa di cioccolato fuso ai tuorli montati. A questo composto ho unito quindi le due farine, di arachidi e mandorle. Questo il risultato.


Per ultima, ho aggiunto la meringa, incorporandola alla massa con una spatola e mescolando delicatamente dall'alto verso il basso per non smontare.


Ho rivestito di carta forno due teglie quadrate -non avendone una rettangolare grande- precedentemente spennellate di burro fuso, affinché la carta forno aderisse bene ai bordi e vi ho versato il composto ottenuto.


Ho infornato a 170° per i primi 20 minuti ed a 150° per gli ultimi 20/25: la torta è molto delicata e deve avere una cottura che sia quasi un'asciugatura, lunga e lenta. Eventualmente, fare la prova stecchino.
Ho sformato e capovolto sul piatto da portata quando la torta era ben fredda. Dato il suo sapore deciso di cioccolato e caffè, la torta si accompagna bene ad un po' di panna montata oppure ad una pallina di gelato alla vaniglia.



12 commenti:

  1. L'avevo sentita nominare, e la tua è davvero molto invitante. Adesso che so che la ricetta è difficile da reperire, salvo immediatamente la tua! Bacioni :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania! In realtà di ricette di questa torta se ne trovano tante in rete, però nessuna contiene le arachidi che invece, stando all'etichetta della scatola della torta della pasticceria Gollini, sono l'ingrediente principale! Bè, se la proverai fammi sapere ;) un saluto e grazie della visita!

      Elimina
  2. Auguri auguri AUGURI!!!Mi piace il nuovo look,me gusta la barozzi,insomma mi piace tutto!E non sono di parte eh?!!!Il mio è un giudizio assolutamente oggettivo!Che poi me stai simpatica davvero questo è un altro paio di maniche!
    Hai fatto veramente un bel lavoro,complimenti!
    Ti abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica ciao!! Bè, tutti questi complimenti da parte tua non possono che farmi arrossire!! :)) e me li prendo tutti gongolando ehehehe! la simpatia è reciproca..e se nn lo sapevi mo' te l'ho detto!! un abbraccio grande :))

      Elimina
  3. Tantissimi auguri!!!! Bellissimo il nuovo look e buonissima la torta che ahimè non conoscevo. Complimenti ancora e buona domenica!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giovanna sei sempre troppo buona con me!! e sono contenta che la nuova pagina ti piaccia! un abbraccio e alla prossima :))

      Elimina
  4. Mi piace tantissimo il nuovo look, brava!

    Questa torta l'ho vista fare qualche tempo fa in tv dalla Parodi e già volevo provarla... nemmeno nella sua versione c'erano le arachidi... ma in entrambe le versioni è golosissima!
    Buona domenica
    Annarita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annarita cara!! Ma dai, l'ha fatta pure la Parodi?? E allora adesso vado a vedermi la sua versione...immagino avrà usato le mandorle, in pratica una caprese del nord!! buona domenica a te!!

      Elimina
  5. La leggenda narra che ci siano i fondi di caffè. Prima o poi ci provo anche io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti Valy, chi può dirlo? Sulla scatola c'è scritto caffè decaffeinato... Ma vai a capire in quale forma! :) un saluto!

      Elimina
  6. La torta Barozzi mi mancava proprio, non la conoscevo ! E la tua è una rivelazione : buona, bellissima !
    Complimenti e auguri per tutto :) per il tuo compleanno , per il nuovo look ed il riconoscimento FIP , BRAVA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie patrizia...sempre incredibilmente carina e gentile!! un abbraccio :))

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...