Una signora crostata

 


Avete presente quelle giornate d'estate in cui decidi di andare al mare... caldo, tanto caldo al punto che il lettino lo metti all'ombra e non di certo al sole... caldo, tanto caldo che a metà mattina già sei stanca (di cosa, poi?) e decidi di fare una capatina al bar dello stabilimento per prendere un bel caffè? Ecco, l'incontro con la Signora crostata è avvenuto lì. 

Normalmente, lungi da me l'idea di fare una (seconda) colazione...con una crostata....con trentacinque gradi all'ombra...ad agosto. Eppure, niente, io e la mia amica Simo quella mattina non abbiamo resistito: mentre giravano pigramente il cucchiaino nella tazzina l'occhio ci è caduto sulla campana di vetro poggiata sul bancone. Al suo interno, tante crostatine di marmellata scura di una frolla di un colore giallo vivo. Il tempo di un rapido sguardo d'intesa e una crostatina era già pronta sul suo piattino di portata, divisa a metà, accanto ai nostri caffè....giusto un assaggio, certo, che vuoi con questo caldo.

Devo aggiungere che la crostatina in questione è diventata tappa fissa ogni volta che siamo andate al mare? E che non eravamo le uniche? Eh sì, perchè poi è uscito fuori che questo dolce era la specialità della casa, che la cuoca Tamara ogni mattina impastava e sfornava queste crostatine formato mignon che facevano impazzire tutta la spiaggia... Ricetta, ricetta, ricetta! Ho subito pensato: devo averla. Ma le ricette si sa, quando riguardano un must have sono segrete... e però... chiedendo alle persone giuste qualche indiscrezione è arrivata. Si tratta di una frolla di soli tuorli...impastata con zucchero a velo...e un pizzico di bicarbonato. La marmellata è di amarene.

E non vuoi provare a mettere a punto una ricetta così appena si presenta l'occasione? Che in genere può essere il fatto di preparare meringhe...o una angel cake... e poi con i tuorli cosa ci fai?

Ecco cosa ci fai, una Signora crostata.

Ed a chiunque vorrà provarla...un golosissimo assaggio!

***


Crostata con frolla di soli tuorli

350 gr. di farina 00

6 tuorli

125 gr. di burro a temperatura ambiente

125 gr. di zucchero a velo

una bustina di vanillina

un pizzico di sale

un pizzico di bicarbonato

un vasetto di marmellata di amarene (meglio se fatta in casa, come la mia)

Scorza di limone qb

Impastiamo rapidamente tutti gli ingredienti fino a realizzare una frolla compatta, di un bel giallo vivo. Lasciamo riposare in frigorifero per almeno mezz'ora (in alternativa, la frolla si può surgelare e scongelare all'occorrenza).

Rendiamo nuovamente plastica la frolla lavorandola brevemente su un foglio di carta forno spolverato di un velo di farina. Rivestiamo con metà dell'impasto una teglia per crostata da 24 cm., bucherelliamo bene il fondo.



 Stendiamo la marmellata e decoriamo a piacere con il resto della frolla.



Cottura a 170 gradi (forno statico) per circa 35 minuti.




Commenti

Post più popolari